Avviso urgente riduzione portata totale

AVVISO IMPORTANTE:

Mentre ancora siamo in attesa del pronunciamento da parte del Consiglio di Stato riguardo al ricorso in Appello contro la reintroduzione sotto mentite spoglie ,nel metodo tariffario idrico, della “remunerazione del capitale investito” , dopo che era stato abrogato con il voto referendario del giugno 2011, da parte di Nuove Acque sono state avviate nuove iniziative per colpire e far desistere gli “obbedienti civili” ( gli utenti  autoriduttori).
Oggi alcuni operatori di Nuove Acque  sono intervenuti sugli allacciamenti di alcuni utenti considerati morosi , residenti in zona Marco Perennio, via Monte Bianco e via Genova , per applicare ai contatori  una sorta di dischetto o rondella forata ” che di fatto produce una ostruzione al passaggio di acqua . 
L’intento dichiarato sarebbe quello di applicare il regolamento che, al posto della sospensione della fornitura  prevede , per le utenze morose (anche per morosità contestate), la riduzione del flusso (portata). Purtroppo oggi si è potuto verificare che ai rubinetti delle utenze domestiche dove è stata applicata questa  cosiddetta “lente igrometrica tarata” di fatto non  arriva più l’acqua!
Almeno quattro utenti che oggi hanno subìto (di fatto) la chiusura dell’acqua sono stati costretti a recarsi presso lo sportello  di Nuove Acque a “regolarizzare” la loro posizione rateizzando o pagando in unica soluzione.
Purtroppo a nulla (per ora) è valsa la mia richiesta di intervento immediato da parte dell’Autorità Idrica Toscana e altrettante richieste dirette di sospensione del provvedimento fatte a Nuove Acque, si potrà agire con esposto/denuncia alla Magistratura ( che peraltro sta già indagando per interruzione di pubblico servizio sui distacchi operati da Nuove Acque il 31 marzo 2016 )  ma intanto tocca regolarizzare se si vuole ottenere la rimozione del marchingegno.
Per chi dovesse subire questa prepotenza e andare a pagare raccomando di scaricare uno dei moduli di  RECLAMO allegati alla presente , riempirlo e consegnarlo allo sportello di Nuove Acque , facendosene firmare e timbrare (per ricevuta) una copia. Ciò serve per dichiarare che si paga quanto richiesto ma con riserva di rivalersi.
Comunque è mia intenzione predisporre gli atti per denunciare nuovamente i fatti alla Magistratura. Penso di poterlo fare a fine settimana. Mi servirà di conoscere  i nominativi dei “costretti a pagare” per corredare adeguatamente la denuncia.
Gianfranco Morini
Comitato Acqua Pubblica Arezzo
>>>>>>>>    Modulo per reclamo. Uno per soluzione unica e uno per rateizzazione:
modulistica  (clic su “modulistica” per scaricare i due moduli zippati)
Learn more »
Commenti disabilitati su Avviso urgente riduzione portata totale