Ospiti indesiderati, in fuga!

Ospiti indesiderati, in fuga!
Commenti disabilitati su Ospiti indesiderati, in fuga!

Se gli operatori di Nuove Acque vi suonano il campanello….

Questo comunicato ha qualità di urgenza ed è rivolto sia agli operatori di Nuove Acque, che a tutti gli utenti del servizio idrico che stanno facendo la campagna di obbedienza civile, pagando in bolletta solo quanto scaturito dopo l’esito del referendum del 2011, abrogando la voce “profitto” per il gestore.

(in foto, l’operatore in piena fuga, si nasconde il volto per sfuggire alla fotografia)

Agli operatori della società Nuove Acque  ricordiamo che è pericoloso, personalmente pericoloso, suonare il campanello degli utenti , consegnare loro estratti conto con cifre contestate proferendo minacce orali di sospensione o limitazione del servizio se non si affrettano a pagare, chiedergli di firmare una  sorta di “raccomandata” di Nuove Acque SpA  , come se fossero dei postini. Rischiano di essere denunciati  e risponderne penalmente , personalmente.  Uomo avvisato mezzo salvato.

Agli utenti “Obbedienti Civili” diciamo di richiedere sempre , nome e cognome del dipendente di Nuove Acque che vi chiede di porre anche una “semplice” firma. Deve mostrarvi il tesserino dell’azienda con foto e soprattutto l’autorizzazione per poter operare casa per casa e disturbare le persone.

Tranquilli, basta chiedere queste cose e vedrete … come perderanno subito la sicurezza ostentata nell’annunciarvi che se non pagate vi staccheranno l’acqua. E come cercheranno di dileguarsi il più presto possibile, senza lasciare traccia alcuna.

Se non vi daranno nome, cognome, tesserino ed autorizzazione nel rilasciarvi fogli A4 protocollati da loro stessi e nell’apporre firme, allora fategli una foto, vedrete come cercheranno (invano) di coprirsi in volto. Oppure fate delle foto alla auto aziendale, senza temere alcunché, anche se vi urlassero… “ora chiamo i carabinieri”. Tranquilli, è un bluff.  Se ne andrà velocemente , come successo questa mattina ad un utente aretino.

Comunque documentate, perché da ora in avanti i tentativi diretti ad incutere timore saranno denunciati penalmente dal Comitato Acqua Pubblica Arezzo.

I nostri sportelli sono sempre aperti.