Richiedi il rimborso della quota depurazione: scarica il modulo

il-mio-voto-va-rispettatoSe fino al 2008, avevi pagato la quota relativa alla depurazione e non avevi usufruito di tale servizio (cioè non eri allacciato ad un depuratore) il gestore ti deve restituire i soldi relativi a questa voce in bolletta.

La cifra che hai pagato nel corso di tutti questi anni e che non avresti dovuto pagare ammonta in media a 200-300 euro circa per i 5 anni a ritroso. Noi riteniamo che i soldi da restituire debbano riguardare tutto il periodo in cui l’utente ha pagato la quota non dovuta (circa il  doppio, sia degli anni che dell’importo quindi) e non solo gli ultimi 5 anni. Per questo abbiamo vinto tutti e 9 i ricorsi presentati presso i Giudici di Pace da parte degli utenti che si sono rivolti presso i nostri sportelli. Addirittura gli ultimi 4 li abbiamo vinti con condanna alle spese per il gestore.

Scarica il modulo richiesta depurazione

Per semplificare il tutto, i nostri sportelli sono a vostra disposizione, sia per aiutarvi nella compilazione che per consegnare le raccomandate a mano.


Inoltre: Nuove Acque (e in genere anche gli altri gestori) ritiene che gli utenti hanno diritto al rimborso del canone di depurazione non dovuto tornando indietro per 5 anni dalla data della nota sentenza della Corte Costituzionale 335/2008. Il Giudice di Pace di Arezzo ha sancito – invece – con più sentenze ripetute nel tempo che il diritto al rimborso è per 10 anni.

Sentenza depurazione 342-2013

Sentenza Corte Costituzionale n. 335 del 2008

Learn more »
Commenti disabilitati su Richiedi il rimborso della quota depurazione: scarica il modulo
Commenti disabilitati su Comunicati stampa Comitato Acqua Pubblica di Arezzo

Sentenza del Consiglio di Stato n. 3920 del 30 giugno 2011

Con sentenza del Consiglio di Stato n. 3920 del 30 giugno 2011 viene confermata la sentenza del TAR Toscana n. 4892 del 25 agosto 2010 a cui l’ATO 4 Alto Valdarno e Nuove Acque Spa si erano appellate. Quindi il rimborso di cica 80o.000 euro diventa realtà ed in effetti nei mesi successivi Nuove Acque rimborsa complessivamente agli utenti tale cifra. La sentenza del Consiglio di Stato fa giurisprudenza e diventa un caso nazionale.

Sentenza consiglio di stato n. 3920 del 2011

Articolo Corriere di Arezzo del 9 luglio 2011

Articolo Corriere di Arezzo del 17 luglio 2011

Learn more »
Commenti disabilitati su Sentenza del Consiglio di Stato n. 3920 del 30 giugno 2011

Sentenza Tar della Toscana n. 4892 del 25 agosto 2010

Con questa sentenza il TAR della Toscana annulla la deliberazione n. 8/2009 dell’ATO 4 Alto Valdano nella parte in cui stabilisce a carico degli utenti l’aumento una tantum della quota fissa a decorrere dal 15 ottobre 2008 e fino al 9 febbraio 2009. In sostanza il TAR afferma il principio che le tariffe “retroattive” sono illegittime. Grazie a questa sentenza circa 800.000 euro dovranno essere restituite da parte di Nuove Acque agli utenti. La sentenza è fondamentale per il Comitato Acqua Pubblica di Arezzo poichè in essa il TAR sentenzia che “al Comitato Acqua pubblica può dunque essere riconosciuto il ruolo di portatore, in modo continuativo, di interessi diffusi radicati nel territorio e, con esso, la legittimazione ad agire in giudizio a tutela di quegli interessi”.

Sentenza Tar Toscana n. 04892 del 2010

Learn more »
Commenti disabilitati su Sentenza Tar della Toscana n. 4892 del 25 agosto 2010