Sentenza del Giudice di Pace di Arezzo sul profitto del gestore

Commenti disabilitati su Sentenza del Giudice di Pace di Arezzo sul profitto del gestore

notizie_acqua1Con due sentenze l’11 ottobre 2013 il Giudice di Pace di Arezzo dà ragione al Comitato Acqua Pubblica di Arezzo. In sostanza il Giudice stabilisce che dopo l’esito referendario del giugno 2011 il gestore deve togliere dalla tariffa la quota della “remunerazione del capitale investito” più comunemente conosciuta come “profitto” che nel servizio idrico aretino corrisponde a circa il 12,8% del totale della tariffa. Il Giudice di Pace condanna Nuove Acque anche al pagamento delle spese di legali. Nuove Acque continua – anche dopo la sentenza – ad applicare la quota di profitto a tutti gli utenti; per tale motivo parte la campagna di obbedienza civile attraverso la quale gli utenti in modo autonomo decurtano dalla bolletta la quota di “profitto” e versano al gestore solo la parte rimanente.

Sentenza remunerazione capitale investito