Replica all’assessore Sacchetti

Contrariamente a quanto asserito dall’Assessore alle Nuove Acque Marco Sacchetti nel servizio pubblicato  ieri  su Arezzo Notizie e rilanciato  anche da Teletruria, noi non siamo affatto avvezzi a diffondere dati non veritieri e  ci teniamo a ribadire che il costo della bolletta annua per una utenza domestica aretina  che consuma 190 mc di acqua ammonta a 716,00 euro : il costo più alto pagato in Toscana.

Ci preme anche far notare all’Assessore Sacchetti , casomai non lo sapesse, che ad Arezzo su tale livello di consumi (e anche superiori) si collocano oltre 5.000 utenze domestiche  e, si fidi, non si tratta di famiglie sprecone . E’ soltanto che sono composte da 4 o più componenti, che l’acqua la bevono e la utilizzano ogni giorno  per i propri servizi igienici , per lavarsi , per cucinare, per fare il bucato, per lavare le stoviglie  e  tenere pulita la casa.

Precisiamo inoltre che il dato relativo al consumo di 190 mc/anno ,  da noi preso ad esempio per mettere a confronto le bollette delle città toscane, non è necessariamente  riferito al consumo di una famiglia con 3 componenti. Questo abbinamento se lo è inventato l’Assessore Sacchetti al quale è però sfuggito che nel volantino da noi diffuso,  in bella evidenza ,sopra la classifica, c’è disegnata una famiglia di 4 persone.

Sappiamo bene che ad Arezzo  nuclei di 3 persone che consumano 150 mc  pagano bollette per 483,00 euro l’anno. Meno, è vero,  di quanto si paga a Pisa, a Siena, a Grosseto e a Livorno, ma  più di quanto pagano a Firenze, a Prato, a Pistoia, a Massa, a  Carrara e  a Lucca.

Già che ci siamo però, considerato che l’Assessore, ansioso di poterci smentire,  si è rivolto all’Autorità Idrica Toscana  per chiedere lumi su costi , bollette e consumi, lo invitiamo a fare un ulteriore sforzo e ritornare da quelli dell’AIT, per avere  spiegazioni sulla mancata erogazione da parte di Nuove Acque del bonus sociale idrico 2018 agli utenti che ne hanno titolo . E già che c’è chieda lumi anche su un’altra deficienza da addebitare al gestore: la mancata applicazione , per l’anno 2018, della tariffa agevolata  fino a 55 mc/anno (anziché fino a 30) a tutte le utenze domestiche residenti , come dispone la normativa nazionale.

Poi ci faccia sapere gli esiti avuti con un’altra intervista o, se gradisce, con una bella conferenza stampa pubblica .

Per quanto alla bontà dell’acqua di Arezzo, niente da obiettare ma ricordiamoci che lo dobbiamo soprattutto alla qualità dell’acqua che, fin dal lontano 1997, viene prelevata   dall’invaso del Tevere e portata ad Arezzo attraverso una condotta e un potabilizzatore realizzati con soldi pubblici, cioè a spese dei cittadini.

 

lì, 30 gennaio 2018                           Comitato Acqua Pubblica Arezzo

Learn more »
Commenti disabilitati su Replica all’assessore Sacchetti
Commenti disabilitati su Arezzo non è seconda a nessuno , perbacco!

Le tariffe di Nuove Acque sono legittime ?

Mentre a livello nazionale c’è già stata l’approvazione  da parte dell’Autorità competente degli aggiornamenti tariffari 2018-2019 proposti da  alcuni  Gestori  e quelli di altri sono in corso di approvazione, per  Nuove Acque  manca ancora l’approvazione delle tariffe praticate agli utenti negli anni 2016 ,2017 e 2018 per effetto della improvvida decisione presa due anni fa dai Sindaci del territorio – ratificata poi dall’Assemblea AIT del 22 luglio 2016 – di approvare le  contestate  “Predisposizioni tariffarie per il quadriennio 2016-2019” gonfiate, a nostro avviso, dai 22 milioni di euro che Nuove Acque ha preteso di ricalcolare in tariffa a fronte di altrettante anticipazioni di canoni concessori  che – a loro dire – sarebbero state corrisposte ai Comuni tra il 2000 e il 2011 senza essere computate nelle tariffe praticate agli utenti.

All’epoca ci opponemmo fortemente denunciando sul web e su stampa quella che ritenevamo essere una furbata in danno dei cittadini-utenti  e nell’ottobre del 2016  presentammo al riguardo  un esposto all’Autorità nazionale competente (AEEGSI) che dovrebbe aver aperto una istruttoria forse non ancora conclusa .

Fatto sta che ad oggi risultano essere state approvate tutte le predisposizioni tariffarie degli altri sei Gestori toscani – per ultime quelle di ASA e GEAL agli inizi di novembre 2017 –  ma non quelle di Nuove Acque.

25 settembre 2018

Comitato Acqua Pubblica Arezzo

Learn more »
Commenti disabilitati su Le tariffe di Nuove Acque sono legittime ?
Commenti disabilitati su Senza titolo (bis)

NON E’ AFFATTO URGENTE CONCEDERE LA PROROGA DELLA CONCESSIONE A NUOVE ACQUE…

SERVIZIO IDRICO, NON E’ AFFATTO URGENTE CONCEDERE LA PROROGA DELLA CONCESSIONE A NUOVE ACQUE CHE SCADRA’ TRA SEI ANNI (GIUGNO 2024)

L’URGENZA DI OTTENERE UNA PROROGA E CON ESSA UN NUOVO FINANZIAMENTO E’ DOVUTA ALLE DIFFICOLTA’ DEL GESTORE DI RIUSCIRE A RISPETTARE I TERMINI PER LA RESTITUZIONE DEL PRESTITO DI 40 MILIONI ALLE BANCHE CHE EVIDENTEMENTE NON SONO DISPOSTE A RINEGOZIARE IL DEBITO ALLUNGANDO I TEMPI DI RIMBORSO.

SENZA LA PROROGA , LA SOCIETA’ DI GESTIONE, PER POTER ONORARE LE RATE DEL RIMBORSO ALLE BANCHE, E’ COSTRETTA A FARE ECONOMIA, A NON ELARGIRE PREBENDE MILIONARIE AI PROPRI SOCI INDUSTRIALI, A NON DISTRIBUIRE DIVIDENDI E AD ATTINGERE DALLE RISERVE STRAORDINARIE.

PERALTRO NON E’ VERO CHE SE NON SI APPROVA ORA LA PROROGA NON SI POTRANNO FARE INVESTIMENTI NEGLI ANNI A VENIRE PERCHE’ SONO DECINE DI MILIONI QUELLI GIA’ PREVISTI

NON E’ VERO CHE AI CITTADINI CONVENGA CHE SIA CONCESSA LA PROROGA CON RELATIVO NUOVO PEF POICHE’ CON IL PIANO ATTUALMENTE VIGENTE LE BOLLETTE , DOPO UN INIZIALE INCREMENTO, DIMINUIRANNO FINO A SCENDERE DEL 35%

Learn more »
Commenti disabilitati su NON E’ AFFATTO URGENTE CONCEDERE LA PROROGA DELLA CONCESSIONE A NUOVE ACQUE…